Cass. civ. Sez. II, Sent., 4 marzo 2020, n. 6080 – Pres. Manna, Rel. Cons. Giannaccari – Una promessa di donazione non è giuridicamente produttiva di obbligo a contrarre

La cessione di proprietà di un bene non può essere legittimamente qualificata come preliminare di donazione, pena la sua insanabile nullità, «essendo la donazione actus legitimus che non ammette preliminare».
Una promessa di donazione non è giuridicamente produttiva di obbligo a contrarre, perchè la coazione all’adempimento, cui il promittente sarebbe soggetto, contrasta con il requisito della spontaneità della donazione, il quale deve sussistere al momento del contratto.

Donazione – Interpretazione del contratto