Cass. civ., Sez. III, Sent., 13 ottobre 2020, n. 22126 – Pres. Graziosi, Rel. Cons. Iannello – La simulazione nell’ambito dei rapporti di locazione

In tema di prova della simulazione nei rapporti tra le parti (arg. a contrario dall’art. 1417 c.c., che la prova per testi senza limiti ammette solo se la domanda è proposta da creditori o da terzi ovvero quando essa, anche se proposta dalle parti, sia diretta a far valere l’illiceità del contratto), se il negozio è stato redatto per iscritto vale la regola generale della limitazione dell’ammissibilità delle prove testimoniali (e dunque anche di quella per presunzioni, giusta il disposto dell’art. 2729 c.c., comma 2), onde, sia per la simulazione assoluta che per quella relativa, la prova può essere data – ove, come nella specie, si assuma che si tratti di patto coevo -soltanto in base a controdichiarazioni

Obbligazioni e contratti – simulazione nei contratti – Locazione – Rif. Leg. artt. 1417, 2729 c.c.