Diritto Civile

Cass. civ., Sez. II, ord. 23 novembre 2020 n. 26558 – Pres. San Giorgio, rel. Cons. Casadonte – Difformità dei manufatti realizzati e risoluzione del contratto per inadempimento

Nel caso in cui due manufatti (garages e legnaia), pertinenze dell’immobile oggetto di un contratto preliminare di compravendita, non risultano conformi alle norme urbanistiche, bisognerà valutare se la difformità dei manufatti realizzati rispetto a quello autorizzato possa essere considerata parziale… Leggi tutto »Cass. civ., Sez. II, ord. 23 novembre 2020 n. 26558 – Pres. San Giorgio, rel. Cons. Casadonte – Difformità dei manufatti realizzati e risoluzione del contratto per inadempimento

Cass. civ. Sez. VI – 2, Ord., 9 novembre 2020, n. 25077 – Pres. Lombardo, Rel. Cons. Tedesco – L’interesse del successibile ex lege ad impugnare il testamento

L’interesse del successibile ex lege a impugnare il testamento non può essere negato in forza della considerazione, teorica e astratta, che potrebbero esistere altri successibili. L’interesse del successibile potrebbe essere disconosciuto solo in presenza di un chiamato “noto” che lo… Leggi tutto »Cass. civ. Sez. VI – 2, Ord., 9 novembre 2020, n. 25077 – Pres. Lombardo, Rel. Cons. Tedesco – L’interesse del successibile ex lege ad impugnare il testamento

Corte costituzionale, sent. 4 novembre 2020, n. 230 – Pres. Rel. Morelli – Il riconoscimento della filiazione delle due madri è un ambito riservato alla discrezionalità del legislatore

Dichiarata inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 20, della legge 20 maggio 2016, n. 76 (Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze) e dell’art. 29, comma 2, del decreto del Presidente… Leggi tutto »Corte costituzionale, sent. 4 novembre 2020, n. 230 – Pres. Rel. Morelli – Il riconoscimento della filiazione delle due madri è un ambito riservato alla discrezionalità del legislatore

Cass. civ., Sez. II, Sent., 30 ottobre 2020, n. 24040 – Pres. D’Ascola, Cons. Rel. Criscuolo – Quando il giudice confonde la donazione indiretta con il contratto simulato

Nei contratti di scambio, la donazione indiretta è configurabile solo a condizione che le parti abbiano volutamente stabilito un corrispettivo di gran lunga inferiore a quello che sarebbe dovuto, con l’intento, desumibile dalla notevole entità della sproporzione tra il valore… Leggi tutto »Cass. civ., Sez. II, Sent., 30 ottobre 2020, n. 24040 – Pres. D’Ascola, Cons. Rel. Criscuolo – Quando il giudice confonde la donazione indiretta con il contratto simulato