Cons. di Stato, Adunanza Plenaria, 20 febbraio 2020, sent. n. 6 – Pres. Patroni Griffi, Est. Veltri – La legittimazione a ricorrere delle associazioni di consumatori

La Sezione rimettente, rinvenendo un contrasto giurisprudenziale, ha posto all’Adunanza Plenaria il seguente quesito «se alla luce dell’evoluzione dell’ordinamento, fermo il generale divieto di cui all’art. 81 c.p.c., possa ancora sostenersi la sussistenza di una legittimazione generale degli enti esponenziali in ordine alla tutela degli interessi collettivi dinanzi al giudice amministrativo, o se sia piuttosto necessaria, a tali fini, una legittimazione straordinaria conferita dal legislatore».
L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato ribadisce la sussistenza di una legittimazione a ricorrere a carattere generale in capo alle associazioni di consumatori e di risparmiatori.
Gli enti associativi esponenziali, iscritti nello speciale elenco delle associazioni rappresentative di utenti o consumatori oppure in possesso dei requisiti individuati dalla giurisprudenza, sono legittimati ad esperire azioni a tutela degli interessi legittimi collettivi di determinate comunità o categorie, e in particolare l’azione generale di annullamento in sede di giurisdizione amministrativa di legittimità, indipendentemente da un’espressa previsione di legge in tal senso.

Legittimazione – Associazioni di consumatori e di risparmiatori – Rif. Leg. Decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206